domenica 5 febbraio 2012

I BACINI DELLA MIA MAMMA


Si tratta dei classici baci di dama, ma quelli che vedete nella foto li ha preparati la mia mamma e sono veramente INI INI INI.
Non so come sia arrivata a farli così piccoli, sta di fatto che ogni volta che li prepara non sopravvivono al giorno dopo  e se la invitano a portare qualcosa,  sono sempre richiestissimi!
Per darvi l’idea della dimensioni, ecco un bacio della “pasticceria sotto casa”…
… ma un piccolo ditale da cucito rende decisamente meglio l’idea!
Se anche voi sarete brave come la mia mamma a realizzarli così piccini, allora potrete anche metterli in un piccolo sacchetto, o dentro delle scatoline, per offrire ai vostri ospiti uno speciale cadeau gourmand.
E visto che non posto nulla senza averlo testato prima nella mia cuisine, non potevo certo tirarmi indietro. La prima volta che ho provato a farli ricordo che non assomigliavano neanche lontanamente agli originali, questo secondo tentativo forse è un po’ meno tragico ma, come vedrete più avanti, con la misura proprio NON CI SIAMO…

Per tanti bacini
100 gr farina
100 gr nocciole tostate
100 gr zucchero semolato
75 gr burro a temperatura ambiente
cioccolato fondente
TANTISSIMA PAZIENZA J

Tritate finemente nel mixer le nocciole con lo zucchero.
Mescolate in una ciotola la farina con la pasta di nocciole, aggiungete poi il burro in pezzi ed impastate velocemente fino ad ottenere un composto omogeneo.
Avvolgetelo in pellicola trasparente e trasferitelo in frigo per almeno 2 ore.
Prelevate una piccolissima porzione di impasto: essendo piuttosto friabile, modellatelo prima schiacciandolo con la punta delle dita e poi passatelo tra il palmo delle mani fino ad ottenere una piccolissima pallina (la dimensione giusta è quella di un pisello). Andate avanti fino a quando non avrete esaurito l’impasto.
Una parentesi a proposito della misura delle palline: nonostante abbia provato a farle piccole piccole, è stata veramente dura ottenere dei piccolissimi baci. Tra l’altro, cuocendo, le palline si abbassano leggermente e la loro dimensione aumenta. Riuscite a immaginare la “taglia” delle calottine della mia mamma? Solo lei può avere così tanta pazienza! Pensate che io ho addirittura dimezzato la dose e sembrava che l’impasto non finisse mai!
Adagiate le palline su una teglia rivestita di carta da forno, infornate a 140° e fate cuocere per circa 10 minuti.
Rimuovete le calottine dalla teglia con la lama di un coltello e fatele riposare su una superficie fredda.
Nel frattempo tagliate il cioccolato grossolanamente e fatelo sciogliere a bagnomaria: quando sarà completamente sciolto, allontanate il recipiente dal pentolino che contiene l’acqua calda, e lasciatelo riposare  fino a quando  non avrà raggiunto una consistenza leggermente più densa.
Spalmate la superficie piatta della calottina  con una punta di cioccolato e accoppiatela con un’altra metà. 

Per fare questa operazione, io ho utilizzato una bacchetta cinese, è perfetta per prelevare piccole quantità di cioccolato.
Potete preparare i bacini anche in due tempi, ovvero cuocere le calottine il giorno prima e accoppiarle il giorno successivo.

Anziché avere ospiti, avete ricevuto un invito ?
Acquistate un piccolo vassoio di porcellana, appoggiate i vostri bacini, avvolgete con un foglio di cellophane e legate con un bel nastro.
Ecco un regalino per i vostri amici J
I bacini si mantengono per diversi giorni chiusi in una scatola di latta, ma per essere certi di ritrovarli… nascondetela bene!

Grazie Mammi per i tuoi bacini J sono davvero unici!

A presto
Liz

21 commenti:

  1. piccolissimi e delicatissimi!!! così mignon se ne posso mangiare di più vero??? :D

    RispondiElimina
  2. Delle miniature golosissime :)

    RispondiElimina
  3. sono davvero bellissimi e quanta pazienza ci vuole???? Fantastici però così piccoli, si ha voglia di mangiarne molti di più :-P

    RispondiElimina
  4. Sono proprio ini ini ma tanto invitanti.
    Mandi

    RispondiElimina
  5. Accipicchia come sono ini! Ha fatto un lavoro da certosino tua mamma! Devono essere dleiziosi però!!! Se ne mangia di più quando sono così piccoli...un pò come le ciligie! :-)

    RispondiElimina
  6. ciao Liz,
    i bacini della tua mamma , il tuo post, le foto, (compreso il ditale come unità di misura) sono una POESIA!!
    INDIMENTICABILI!!
    A presto le 4 apine

    RispondiElimina
  7. Anch'io una volta li ho fatti, ma durante la cottura si sono gonfiati e sono venuti dei...bacioni! Complimenti alla tua mamma!

    RispondiElimina
  8. I baci di dama sono il prodotto di pasticceria che preferisco, li amo, li adoro, li venero! :) Mi segno la ricetta immediatamente! Complimenti alla mamma per i mini mini mini baci...d'altra parte "buon sangue non mente"!

    RispondiElimina
  9. E brava alla mamma allora.Sono sei capolavori in miniatura.Io poi le miniature perfette,come queste le adoro,perche' si vede proprio la mano da maestra.Poi ho visto che hai anche il bigliettino da visita,ma e' perfetto.Allora,me ne mandi una confezione a casa,grazie :)
    Un bacione a te e alla tua mamma.

    RispondiElimina
  10. che meraviglia così piccoli, anche se, in qualsiasi formato, io LI ADORO !!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  11. cara betta, eccomi qui ad aggiornarti sulle mie evoluzioni in cucina altro che i tuoi bacettini minuscoli....ieri sera torta salata bruciata sopra e COMPLETAMENTE cruda sotto...che disastro! beh mio fratello, e tu sai che lavoro fa...mi ha detto sempre meglio del tuo polpettone Sahara(immaginati il motivo del nome)! ma perchèèèèèèèèèèè?????????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Ema, insisti! sono sicura che avrai delle grandissime soddisfazioni :) Ma tuo fratello ti avrà certamente dato qualche consiglio! Per la torta, potrebbe essere questione di temperatura troppo alta? Riguardo al polpettone, vai a curiosare il mio, per renderlo morbido c'e' un segreto ;) Baci
      http://lacuisinedeliz.blogspot.com/2011/05/polpettone-di-patate-e-fagiolini.html

      Elimina
  12. e oggi ce riprovo con le polpette!...la mia tenacia mi premierà ne sono sicura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere come sono venute :) io adoro le polpette!

      Elimina
  13. ciao...quando ho visto questi ini ini bacetti ho voluto provare...ma in versione gluten free...cosi' ho dimezzato dosi ...usato la farina di riso...e...ho fatto 90 pisellini ....che in cottura si sono spalmati in teglia...buona schiacciata non verra' buttata...ma cosa ho sbagliato???? grazie buon tutto manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Manu, mi spiace sapere che non ti sono venuti! Confesso che non sono molto pratica con la farina di riso e quindi ho fatto qualche ricerca... Ho curiosato le ricette di Montersino e nel suo impasto dei baci, con la farina di riso, c'e' anche del tuorlo. Non ti prometto nulla, ma se avrò un po' di tempo proverò a farli e ti farò sapere. Se può consolarti, la prima volta che ho provato a fare questi bacini mi sono ritrovata con tante cialde... avevo esagerato con la temperatura del forno! Grazie per avermi segnalato questa tuo esperimento, avendo delle amiche con intolleranze alimentari, sono interessata ad approfondire le ricette gluten free. A presto :)

      Elimina
  14. Troppo eleganti... poi confezionati così sono da sgranare gli occhi!

    RispondiElimina
  15. ho provato i bacetti della tua mamma sono veramente ottimi molto molto carini, unico neo ci vuole la pazienza di Giobbe per farli così piccolini nel mio vassoio ora fanno un figurone. grazie mille per la ricetta ciao Mietta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Mietta, che piacere trovarti! Io l'avevo scritto negli ingredienti... TANTISSIMA PAZIENZA. Grazie a te, sono contenta che tu li abbia provati e che ti siano piaciuti :) Baci e a presto

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...