sabato 15 settembre 2012

GAMBERI CON FAGIOLI & FAGIOLINI


Vi ho già rivelato che spesso, quando acquisto gli ingredienti per preparare una certa ricetta, è molto facile che li “sfrutti” per prepararne altre… e così, quando ho cucinato "patate & fagiolini... con gamberi", mi sono messa alla ricerca di un altro antipasto con i gamberi, un po’ diverso. Quello che vi propongo oggi è semplicissimo da realizzare, sicuramente d’effetto e che, sono sicura,  incontrerà il gusto di molti. Approfittate degli ultimi fagiolini della stagione per farlo assaggiare ai vostri ospiti J

Per 8 antipasti, ma le quantità degli ingredienti principali possono variare secondo i vostri gusti e la dimensione che deciderete di offrire.

250 gr fagioli cannellini in scatola (per chi ha tanto tempo a disposizione, ecco le indicazioni per l'utilizzo di quelli secchi: metteteli in ammollo in acqua fredda per una notte. Scolateli e fateli cuocere a fiamma dolce in acqua, profumata con 1 cipolla, 1 carota, 1 gambo sedano, 1 spicchio aglio e un mazzetto guarnito: alloro, salvia, prezzemolo. Salateli a fine cottura. Spegnete il fuoco e lasciateli intiepidire nell’acqua)
1 spicchio aglio piccolo
400 gr gamberi
300 gr fagiolini
1 cipollina fresca
olio
peperoncino in polvere
sale e pepe

Lessate i fagiolini in acqua bollente salata, lasciandoli piuttosto croccanti. Scolateli e passateli sotto l’acqua fredda. Tagliateli a metà, possibilmente della stessa misura J  
Scolate i fagioli dal liquido di conservazione, passateli brevemente sotto l'acqua e frullateli con l’aglio, un pizzico di sale, una macinata di pepe e dell’olio, versato a filo. Per non aggiungere troppo olio, consiglio di unire anche qualche cucchiaio di acqua tiepida, ma fate attenzione a non ammorbidire troppo la crema, perché dovrà avere una consistenza tale da poter comporre un tortino.
Eliminate il guscio e il filo nero dai gamberi, tagliateli a metà per il lungo, ma senza separarli dalla coda.
Iniziamo a comporre: io ho utilizzato un cercle à tarte perché, a differenza dei coppapasta a mia disposizione, tutti molto alti, si è rivelato più pratico. L’unico problema è che il diametro del mio cerchio è decisamente superiore a quello che avrei voluto per il tortino... comunque, voi li avete questi cerchi? 
Se posso darvi un consiglio, metteteli nella lista “da comprare”, non sono indispensabili, ma il loro corretto impiego è ben altro… si utilizzano per cuocere delle basi di pasta dal bordo perfettamente dritto… un esempio? delle tortine di pasta sucrée, fantastiche! Non basta per convincervi all'acquisto? E se vi dicessi che non finisce qui, ma si farciscono in vari modi, magari coperte da soffici  ciuffetti di mousse e decorate con della frutta fresca di stagione? Fatemi sapere se mai entreranno nei cassetti della vostra cucina, così vi passo la ricetta di queste tartes J
Torniamo alla nostra composizione! Appoggiate il cerchio sul piatto (o un tagliabiscotti, capovolto, in modo che la parte appoggiata sia quella che non tagli), 
riempitelo con la crema, livellando la superficie con i rebbi di una forchetta o il dorso di un cucchiaio, 
sollevatelo delicatamente e passate ai piatti successivi.
Tagliate la cipollina a fettine.
Mettete due padelle sul fuoco: nella prima, versate un po’ d’olio, fate rosolare la cipollina e infine aggiungete i fagiolini. Fateli saltare per qualche minuto a fiamma vivace. Salate e pepate.
Nella seconda, scaldate un filo d’olio con qualche grano di sale grosso leggermente pestato (oppure un pizzico di fleur de sel), aggiungete i gamberi e fateli saltare per qualche minuto, unendo anche un pizzico di peperoncino.

Con una pinza (vi aiuterà a posizionare meglio gli ingredienti) prelevate qualche fagiolino, appoggiatelo sulla superficie del tortino, 
aggiungete uno o più gamberi, completate con un filo di olio e servite subito.
A presto e buona domenica
Liz

3 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...