martedì 3 aprile 2012

FAVE, SALAME, SARDO… E COLOMBINE


Nella mia regione è un classico di primavera, apre spesso il pranzo di Pasqua o accompagna il pic-nic di Pasquetta, piace quasi a tutti e di solito viene servito in una veste piuttosto informale: un bel cesto colmo di fave, un salame intero appoggiato su un tagliere, una mezza forma di sardo fresco e una fragrante pagnotta, pronti per essere affettati.
Per questa Pasqua ho deciso di mantenere la tradizione (anche se per le fave quest’anno siamo un po’ in anticipo…), ma con un tocco “easy-chic”... 
... accompagnerà l’aperitivo ma, soprattutto, non richiederà alcun impegno da parte dei nostri ospiti: niente buccia da scartare o formaggi e salumi da tagliare, è tutto servito in piccole porzioni, pratiche e pronte da mangiare.       
E’ vero che sbucciare, tagliare e confezionare sono operazioni che richiedono un po’ di tempo, ma non potevo tralasciare un piccolo simbolo pasquale… al posto del pane ho preparato delle colombine J vedrete che ci vorrà un attimo  per prepararle!

Per questo piatto non servono sicuramente delle spiegazioni, però vi dico solo due parole
per il sardo: l’ho tagliato a fette di circa 1 cm , poi a spicchi e, alla base, ho infilato  i rebbi di una forchettina di legno
per il salame (il mio è un ottimo S. Olcese, acquistato già affettato): dopo aver tagliato ogni fetta a metà, l’ho ripiegata e l’ho fermata con un crystal pick.
Sistemando tutto in contenitori ben sigillati, potete prepararli anche la sera prima.

Per le colombine
pasta per la pizza: ho utilizzato quella confezionata, avevamo parlato di ricette veloci… giusto? J 
Con un tagliabiscotti ho ricavato le colombine, una spennellata di olio, una macinata di sale grosso, un giretto in forno a 200° fino alla loro doratura… e si può partire con il brindisi!
Buona giornata
Liz

2 commenti:

  1. Più veloce di così...! :)

    RispondiElimina
  2. * Con simili presentazioni riesci a stuzzicare l'appetito anche al più inappetente del mondo... pensa ad una come me ^____^
    * Spero che la tua sia stata
    una PASQUA piena di... dolci sorprese,
    dolci sensazioni, dolci emozioni...
    ossia ricca di infinite dolcezze... non solo culinarie!!!
    nonnAnna

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...