domenica 27 maggio 2012

BAVARESE AL PISTACCHIO… CI RIPROVO!


Ricordate quando a febbraio ho preparato la mia prima bavarese al pistacchio? Vi avevo raccontato che non mi aveva completamento soddisfatto e che la ricetta sarebbe finita nella lista “da riprovare”. Per chi si fosse perso il primo esperimento, in pratica ho sbagliato completamente l’ingrediente principale. Ho scelto i pistacchi freschi, anziché la pasta, ed è stato un errore clamoroso.
Ho avuto la fortuna di scoprire la pasta proprio un mese dopo e… che differenza!
Non volevo aspettare altri mesi per provare a rifarla e poi la costante visione del barattolo di pasta nel frigo era una tentazione troppo forte. Inoltre, avendo utilizzato solo una piccola parte per i “dolci nel bicchiere”, dovevo pur fare qualche altro esperimento per un assaggio più approfondito J
Un gelato? La dose non sarebbe stata sufficiente… la bavarese? Ma si, riproviamoci!
E visto che, quando gusto un gelato, la coppia nocciola e pistacchio è tra le mie preferite, ho deciso di completare questo delicatissimo dessert con un “ricordo” di nocciole: granella di biscotti “brutti ma buoni” e un ricciolo di salsa gianduia J
Dopo questa seconda prova, rivolgo un invito a un altro assiduo assaggiatore dei miei esperimenti culinari, mio fratello più grande, che ha avuto il piacere, anzi in questa occasione il dispiacere, di assaggiare la versione con i pistacchi freschi…. devo dire che è stato un po’ cattivello con le critiche,  sono arrivate voci perfino ad altri familiari… urge un riscatto!...
… TI ASPETTO PER FARTI ASSAGGIARE QUESTA NUOVA VERSIONE J


Per 6 monoporzioni (leggi sotto)

3 tuorli
80 gr zucchero semolato
300 ml latte
2 fogli gelatina alimentare
5 cucchiai da dessert pasta di pistacchio (con questa quantità il pistacchio si sente, ma ha un sapore piuttosto delicato; io avrei aggiunto un cucchiaino  in più, mentre il marito sostiene che sarebbe diventata stucchevole…)
300 ml panna fresca

cioccolato gianduia
panna fresca

biscotti “brutti ma buoni”

La dose corrisponde a 6 coppapasta diametro 7 cm: non avendoli riempiti fino all’orlo, sono riuscita a recuperare altre 6 piccole porzioni, utilizzando uno stampo multiplo in silicone per savarin… di quelle grandi non ho più le foto, sono sparite a Pasqua J

In un pentolino per il bagnomaria amalgamate bene i tuorli con lo zucchero.
Ammollate i fogli di gelatina in acqua fredda.
Versate il latte in un altro pentolino, aggiungete la gelatina, precedentemente strizzata, e fatela sciogliere per qualche minuto a fuoco dolce.
Accendete il fuoco sotto il pentolino delle uova, versate il latte, passandolo attraverso un colino, e mescolate fino a quando la crema non velerà il cucchiaio.
Immergete il pentolino in acqua fredda e, dando una mescolata ogni tanto, lasciate raffreddare.
Nel frattempo preparate gli stampini: quando utilizzo i coppapasta, semplicissimi da sformare, di solito li appoggio su un piccolo tagliere, rivestendo il fondo di ciascuno con un quadrato di pellicola di alluminio, ben raccolta sulle pareti: in questo modo il fondo risulta sigillato e si evita che ci siano eventuali fuoriuscite del composto. Volendo, potete anche non rivestirli ma, una volta che li avrete riempiti, vi consiglio di appoggiare sopra un altro tagliere di legno: il suo peso avrà la stessa funzione.
Recuperate il pentolino con la crema e aggiungete la pasta di pistacchio, mescolando molto bene.
Montate la panna, prelevate due cucchiai e amalgamateli alla crema.
Versate la crema nella restante panna montata, un po’ alla volta e con movimenti delicati dal basso verso l’alto.
Versate la crema negli stampini e trasferiteli subito in frigo per almeno 5 ore.
Come ho già avuto occasione di dirvi, dopo un passaggio nel frigo, io preferisco trasferirli nel freezer: in questo modo, e a maggior ragione se utilizzate stampi di silicone, è ancora più facile sformarli e basterà qualche ora di riposo in frigo o a temperatura ambiente (le ore di riposo dipendono dalla dimensione e dalla temperatura esterna… io li trasferisco in frigo sempre con diverse ore di anticipo) per far raggiungere alla bavarese la giusta temperatura di servizio.

Per preparare la salsa:
Tagliate il cioccolato a pezzetti, unite qualche cucchiaio di panna (la quantità dipende da quanto cioccolato dovrete sciogliere) e scaldate a bagnomaria.
Lasciate leggermente intiepidire e, con l'aiuto di un piccolo biberon da cucina , decora il piatto.
Ecco uno scatto della pasta… in effetti ha un colore verde muschio che non invita tantissimo, ma vi garantisco che è un vero concentrato di bontà J
Per i genovesi e per tutti coloro che potrebbe trovarsi nei paraggi della città… la trovate da Torielli, in Via San Bernardo, 32 r. Siccome la vendono sfusa, vi conviene sentirli prima (tel. 010 2468359) per sapere se hanno delle vaschette già pronte.
Questi biscottini sono deliziosi, ma non sono di mia produzione. Penso che prima o poi proverò a farli; nel frattempo, sono reduce da una bella infornata di mini meringhe… dovevo smaltire l’avanzo di una base che mi è servita per…
… tornate a trovarmi? Vi svelerò presto cosa è accaduto nella mia cuisine qualche domenica fa J

Buona domenica
Liz

8 commenti:

  1. Sei veramente bravissima complimenti !!

    RispondiElimina
  2. complimenti, non bisogna mai arrendersi davanti ad un fallimento, e non ti preoccupare i fratelli sono tutti molto critici, baci

    RispondiElimina
  3. Mi offro io per assaggiarla al posto di papà ;)

    RispondiElimina
  4. è sempre bello sperimentare!e riprovare le ricette mal riuscite!la soddisfazione è più grande!

    RispondiElimina
  5. La bavarese ai pistacchi deve essere buonissima e ora che ho la ricetta "giusta" mi sa che me la segno :)

    RispondiElimina
  6. In casa mia non vanno molto i dolci al pistacchio, ma io i pistacchi li adoro e non so cosa darei per avere una bavarese come questa! E' davvero golosa!

    RispondiElimina
  7. Deliziosa.. e carinissima da vedere :)

    RispondiElimina
  8. ciao ho seguito le tue istruzioni..e magia mi è venuta una bavarese al pistacchio buonissima...con gli albumi ho fatto i brutti ma buoni alla nocciola mandorla pistacchio...grazie grazie

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...